DELEGAZIONE PALESTINESE A TORINO PER FORMARSI SU REGOLAZIONE IDRICA CON FONDAZIONE PER L’AMBIENTE

Nel contesto palestinese la situazione dell’accesso alla risorsa idrica, ed alla sua gestione ottimale, è largamente influenzata dalla questione israelo-palestinese e dai rapporti fra le autorità palestinesi e israeliane deputate al coordinamento dell’esercizio delle infrastrutture ed alla regolazione economica del servizio idrico integrato. Un piano di riforme strutturali e istituzionali è in corso, le cui tappe fondamentali sono state la creazione della Palestinian Water Authority (PWA) nel 1996 (Water Law no.2, art.2) con un ruolo ministeriale di conservazione sostenibile della risorsa idrica ed un separato Water Sector Regulatory Council nel 2014 (Water Law no.4) che ambisce ad agire come un regolatore indipendente, seguendo dunque un’impostazione istituzionale comune a molti Paesi dell’area OCSE.

In un tale contesto, delicato e fortemente sfidante, lo sviluppo di capacità e l’acquisizione di nuove competenze da parte delle istituzioni palestinesi coinvolte nella gestione e regolazione del servizio idrico integrato è un tema chiave. Al fine di rispondere a questo specifico bisogno, la Fondazione per l’AmbienteTurin School of Local Regulation, in collaborazione con il GIZ Water Program Palestine ha organizzato 3 giorni di formazione regolatoria con docenti italiani e internazionali, a beneficio della delegazione palestinese. L’attività di capacity building sarà arricchita da incontri istituzionali con attori del sistema locale e nazionale (Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico – AEEGSI, Società Metropolitane delle Acque Torino – SMAT Spa, Autorità d’ambito n. 3 “Torinese” – ATO3, Città di Torino, HydroAid, Camera di commercio di Torino).

Turin School of Local Regulation presenta martedì 25 ottobre alle ore 18:00 l’attività di formazione, capacity building e facilitazione istituzionale che si terrà a Torino dal 26 al 28 ottobre, a beneficio di una delegazione palestinese in rappresentanza del GIZ Water Program Palestine e del Water Sector Regulatory Council of Palestine. Alla cerimonia di apertura i temi oggetto dell’attività di formazione saranno discussi da Franco Becchis, direttore scientifico della Fondazione per l’Ambiente – Turin School of Local Regulation, con Monica Cerutti, Assessore alla Cooperazione decentrata internazionale della Regione Piemonte, Armando Quazzo in rappresentanza di SMAT Spa e Rami Battat, rappresentante della delegazione palestinese e senior advisor del GIZ Water Program Palestine. L’incontro vedrà anche un saluto iniziale da parte di Elena Bologna del Centro per l’innovazione sociale di Torino SocialFare®.

Fondazione per l’Ambiente è un ente di diritto privato non a fini di lucro, fondato nel 2004 da 23 partner pubblici e privati, tra cui la Regione Piemonte, la Città Metropolitana, la città di Torino, tutti gli atenei piemontesi, le utilities metropolitane di Torino e la Camera di commercio di Torino. La Fondazione promuove la ricerca, la comunicazione e la formazione nel campo dell’ambiente, delle politiche ambientali e della regolazione economica dei servizi pubblici, con particolare attenzione al livello locale. Nel 2012 tutte le attività della Fondazione per l’Ambiente afferenti alla regolazione dei servizi pubblici locali sono state raggruppate nell’iniziativa internazionale Turin School of Local Regulation, la cui flagship event è una summer internazionale che ogni anno da sette anni attrae circa 800 candidature da 98 Paesi.

GIZ Water Program Palestine è una iniziativa istituzionale della cooperazione internazionale tedesca (Deutsche Gesellschaft für Internationale Zusammenarbeit GmbH) avviata nel 2006 e tuttora in corso nei Territori palestinesi, sviluppata in collaborazione con il Ministero palestinese per la pianificazione e lo sviluppo amministrativo.

Contatti

www.turinschool.eu/palestine2016 www.fondazioneambiente.org/

Ufficio Stampa

Fulvia Nada fulvia.nada@turinschool.eu Cell. 346 891.0600

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *